SICILIA E LE ISOLE PELAGIE
16/05/2014

SICILIA E LE ISOLE PELAGIE

SICILIA E LE ISOLE PELAGIE

16-23 maggio 2014


Il viaggio propone il ritorno in SICILIA con la scoperta delle isole PELAGIE, Lampedusa e Linosa, le più a sud dell’Italia, simbolo del ponte tra mare Mediterraneo ed Europa.  Le raggiungeremo in aereo, e le visiteremo scoprendone la natura e le caratteristiche che le rendono così differenti dalle altre isole siciliane. In Sicilia  il tour prosegue nella parte sud-occidentale, ricca di valenze naturalistiche, e con la visita di siti famosissimi dell’antichità classica,  i templi dorici della Valle dei Templi di Agrigento, la Villa del Casale a Piazza Armerina, villa di epoca romana il cui restauro è recentemente completato, e Morgantina, per ammirare la famosa Dea, finalmente tornata in Italia dopo numerose “peripezie” .

                                                                                        PROGRAMMA

1° giorno venerdì  16 maggio.  Ritrovo dei partecipanti a Caselle e partenza con il volo AirOne Torino/Catania delle ore 8,55. Pranzo libero. Partenza da aeroporto Catania alle 14,30 con volo Darwin Airlines e arrivo a Lampedusa nel pomeriggio. Sistemazione in albergo e prima  scoperta dell’isola. Cena e pernottamento in albergo (hotel Baia Turchese 4*).2° -3° e 4° giorno: scoperta delle isole Pelagie. Lampedusa è la più grande delle isole Pelagie; visiteremo la Riserva a sud dell’isola, che si  estende tra Cala Greca e il Vallone dell’acqua e comprende Cala Galera, Forbice e Profondo, aree di macchia mediterranea, con la Spiaggia dei Conigli, importante sito di ovo deposizione delle tartarughe marine.
La vicinanza al continente africano ha favorito lo sviluppo di flora tipica del continente nero e nello specifico del Maghreb, steppa, euforbia, lentisco, caralluma europaea e centaurea acaulis. In aliscafo si raggiunge Linosa, isola di origine vulcanica caratterizzata da tre crateri principali: Monte Rosso, Monte Nero e Monte Vulcano; anch’essa Area Protetta, i suoi fondali marini sono pieni di vita ed è facile incontrare invertebrati dai colori smaglianti, stelle marine rosse e porpora, oloturie, ofiuridi e ricci di varie specie, oltre a specie rarissime di pesci, tipici delle coste africane. Sono previste due notti di soggiorno a Lampedusa, e due notti a Linosa (Residence Lykonos). Una delle giornate nelle isole, da decidere in loco a seconda delle condizioni del mare, potrà essere dedicata ad un giro con la barca (escursione facoltativa, non inclusa nella  Quota di partecipazione). I pranzi del 2°, 3° 4° giorno,  e la cena del 4° giorno, sono liberi. La cena del 3° giorno a Linosa è in ristorante vicino al Residence.

2° -3° e 4° giorno. Scoperta delle isole Pelagie. Lampedusa è la più grande delle isole Pelagie; visiteremo la Riserva a sud dell’isola, che si  estende tra Cala Greca e il Vallone dell’acqua e comprende Cala Galera, Forbice e Profondo, aree di macchia mediterranea, con la Spiaggia dei Conigli, importante sito di ovo deposizione delle tartarughe marine.
La vicinanza al continente africano ha favorito lo sviluppo di flora tipica del continente nero e nello specifico del Maghreb, steppa, euforbia, lentisco, caralluma europaea e centaurea acaulis. In aliscafo si raggiunge Linosa, isola di origine vulcanica caratterizzata da tre crateri principali: Monte Rosso, Monte Nero e Monte Vulcano; anch’essa Area Protetta, i suoi fondali marini sono pieni di vita ed è facile incontrare invertebrati dai colori smaglianti, stelle marine rosse e porpora, oloturie, ofiuridi e ricci di varie specie, oltre a specie rarissime di pesci, tipici delle coste africane. Sono previste due notti di soggiorno a Lampedusa, e due notti a Linosa (Residence Lykonos). Una delle giornate nelle isole, da decidere in loco a seconda delle condizioni del mare, potrà essere dedicata ad un giro con la barca (escursione facoltativa, non inclusa nella  Quota di partecipazione). I pranzi del 2°, 3° 4° giorno,  e la cena del 4° giorno, sono liberi. La cena del 3° giorno a Linosa è in ristorante vicino al Residence.

5° giorno martedì 20 maggio. Ritorno in Sicilia. La mattina trsferimento in aliscafo da Linosa a Lampedusa. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio trasferimento in pullman all’aeroporto di Lampedusa e volo Lampedusa/Palermo. Trasferimento in pullman GT da Palermo ad Agrigento, sistemazione in hotel, cena e pernottamento (hotel Akrabello 3*).


6° giorno mercoledì 21 maggio. Riserva di Maccalube, Riserva di S. Angelo Muxaro, Sciacca.  Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza in pullman per la scoperta con visita guidata delle due aree naturalistiche protette sulla costa sud. La Riserva naturale di Maccalube è nel comune di Aragona a pochi chilometri da Agrigento, istituita per la tutelar della particolare natura formata da piccoli e numerosi vulcanelli, che ne fecero in epoca romana una zona di cura termale. Il nome “maccalube”,  ha origini arabe e significa “ribaltamento”, numerose leggende si narrano riguardo i suoi caratteristici vulcanelli.. La flora è molto caratteristica, con specie che si adattano alla scarsa piovosità della zona e all’elevata salinità, e in primavera si possono trovare anche numerose specie di orchidee. L’abitato di Sant’Angelo Muxaro domina la media Valle del Platani e il comprensorio comprende la Riserva Naturale Integrale “Grotta di Sant’Angelo Muxaro”, istituita nel  2000 e affidata in gestione alla Legambiente,  L’area è di particolare interesse per le peculiarità archeologiche (necropoli protostoriche Grotticelle, Barone, ecc.), ma soprattutto per fenomeni carsici dovuti allo scorrimento delle acque lungo l’alveo, che con continui ingrottamenti e riaffioramenti, ha dato origine al suggestivo complesso carsico denominato "Grotte dell’Acqua". Scavate nel colle di Sant’Angelo Muxaro e nelle zone circostanti, sono state ritrovate numerose tombe a tholos, le più grandiose della Sicilia; in esse sono inconfondibili i segni architettonici della cultura micenea. Pranzo libero. Trasferimento in pullman a Sciacca e visita della cittadina. Il nome antico della città è probabilmente Xacca, derivato da Xech, nome saraceno che sta per Signora e Governatrice; conserva molte opere d'interesse artistico e un’architettura religiosa e civile che spazia dal XII sec. all’epoca barocca. Ritorno in pullman ad Agrigento, cena e pernottamento in hotel (hotel Akrabello 3*).


7° giorno giovedì 22 maggio. Agrigento, la Valle dei Templi e i Giardini della Kolymbetra.  Prima colazione in albergo, incontro con la guida e con il pullman trasferimento al Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, uno dei siti archeologici più rappresentativi della civiltà greca classica, dal 1998 Patrimonio UNESCO. Sul crinale roccioso che delimita a sud l'altopiano su cui sorgeva l'abitato classico, emergono i resti dei templi dorici; dal medioevo fino ai nostri giorni, le vestigia, i molteplici panorami, la vegetazione, i colori e gli echi delle civiltà perdute hanno richiamato e ispirato filosofi, scrittori, poeti e pittori. Visita del sito e del museo. Trasferimento a piedi al Giardino della Kolimbethra. Bene storico, naturalistico e paesaggistico di grandissimo rilievo affidato al FAI, il giardino della  piccola valle situata nel cuore della Valle dei Templi è un autentico gioiello archeologico e agricolo, tornato alla luce dopo decenni di abbandono e straordinario per la magnificenza della natura. Pranzo  a pic nic nell’area attrezzata e visita guidata del Giardino con guida del FAI; nel tardo pomeriggio completamento delle visite dell’area archeologica della Valle. Ritorno con il pullman in albergo, cena e pernottamento.


8° giorno venerdì 23 maggio. Piazza Armerina, Morgantina, aeroporto di Catania. Prima colazione e  partenza dall’albergo alla volta di Piazza Armerina, dove recentemente sono terminati i restauri conservativi della splendida dimora di epoca romana, la Villa del Casale, dai preziosi mosaici. Visita del sito e del Museo. Trasferimento in pullman a Morgantina, per la visita del Museo dove dimora la Dea, ritornata in Italia dopo molto “viaggiare”. Pranzo conclusivo del viaggio in agriturismo. Trasferimento all’aeroporto Fontanarossa di Catania e partenza con il volo  diretto  AirOne delle 18,50 per Torino, arrivo previsto alle 20,50. Fine dei servizi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 820,00 a persona
Supplemento per camera singola: euro 110,00 (sull’isola di Linosa è disponibile una sola camera singola, e la sistemazione è in camere doppie, e anche triple se il n° degli iscritti sarà superiore a 25 e max 30).
Per i soci che hanno compiuto 65 anni alla data del viaggio la quota è di euro 790,00 (non pagano l’ingresso nei Musei/Siti arch. Nazionali).

LA QUOTA COMPRENDE: soggiorno in alberghi 4 e 3 stelle e residence, con trattamento di Mezza Pensione 6 giorni (cena, pernottamento, prima colazione), e B&B 1 giorno (il secondo giorno a Linosa, pernottamento e prima colazione, pranzo e cena libera), sistemazione in camere/doppia/tripla, pranzo pic-nic al sacco il 6° giorno presso Giardini Kolymbetra ad Agrigento, il pranzo in agriturismo 8° giorno, biglietti a/r dei trasferimenti in aliscafo UsticaLines tra Lampedusa/Linosa compreso bagaglio 15 kg, trasferimenti in pullman GT 35 posti in Sicilia 4 giorni e pulmini sulle isole, trasporto dei bagagli porto/alberghi e viceversa sulle isole Lamp. e Lin., assistenza alle escursioni sulle isole, guida turistica regionale abilitata tre giorni in Sicilia, ingressi e visite guidate ai siti archeologici e musei di Agrigento Piazza Armerina Morgantina, al bene FAI Giardino Kolymbetra, visita guidata nelle Riserve Macalube e S.Angelo Muxaro gestite da Legambiente, trasferte guida e autista, 1 gratuità al raggiungimento di 26 iscrizioni (1 grat per 25 paganti), l’assicurazione infortuni dello Ski Club per i soci.
LA QUOTA NON COMPRENDE: il viaggio A/R con voli AirOne Torino/Catania, i voli Catania/Lampedusa e Lampedusa/Palermo operati da Darwin Ailines, la cena del 3°giorno a Linosa, i pasti indicati liberi, le bevande ai pasti, i supplementi sopra indicati, gli extra personali, le mance guide e autista, che saranno raccolte dal capogita e tutto quanto non indicato a “la quota comprende”.
L’ordine delle escursioni  potrebbe variare per le condizioni del tempo.

COSTI VIAGGIO. A dicembre 2013 la quotazione dei voli AirOne a/r Torino/Catania e Darwin Air.  Catania/Lampedusa e Lampedusa/Palermo è di circa € 320,00 tot, e comprensiva di 15 kg. di bagaglio spedito e diritti di Agenzia (riferimento all’agenzia Acaja Tour, Torino corso Francia). Indicare n°carta identità valida, cognome e nome completi come scritti sul documento, data/luogo di nascita, data/luogo rilascio e data scadenza del documento,  recapito telefonico fisso e cellulare, eventuale e-mail. Chi desidera procedere all’acquisto individuale dei biglietti aerei lo deve segnalare al momento dell’iscrizione.

TERMINE DI SCADENZA PER LE ISCRIZIONI: 15 febbraio 2014, presso SKI CLUB  Via del Carmine 4, tel 011-4367687, con versamento  acconto di  €  600,00 a persona.


PROGRAMMA

Versione per stampa
in primo piano
01/12/2017
PROGRAMMA INVERNO PRIMAVERA 2018

Cari Soci e Amici,

č uscito il programma per le attivitą inverno e primavera del 2018

CONSULTATELO E SCARICATELO CLICCANDO QUI SOTTO !
 Punta Calabre (m. 3.445) da rif. Benevolo
TROFEO MEZZALAMA XXI
23/04/2017
Domenica 23 aprile si č svolta la XXI edizione del TROFEO MEZZALAMA. Due squadre dello Ski Club Torino hanno portato a termine la durissima prova con ottimi tempi.
Ecosistema
links
 
© Ski Club Torino 2008 - Tutti i diritti riservati • disclaimer